Paul Valéry – IV

 

 

 

Giudica le intelligenze facendo attenzione a dove mirano. Alcune, che si spacciano per grandi, conducono il loro uomo soltanto al vuoto. Se i loro pensieri si sviluppassero, morirebbero per inanizione.

Bisogna capire che le idee hanno un valore puramente transitivo. Un’idea vale solo per la speranza che suscita e per le possibilità che arreca di una più grande perfezione del nostro essere, che influirà su di essa, e condurrà l’idea a uno stato superiore di semplicità, di ricchezza e di speranza.

Ecco perché non si devono costruire sistemi. Un sistema è una sosta. Una rinuncia. La sosta su un’idea è la sosta su un piano inclinato, un falso equilibrio. Non vi è idea che abbia il proprio termine in se stessa e che interdica o assorba qualsiasi sviluppo o qualsiasi risposta ulteriore. La sosta su un piano inclinato è dovuta dunque a una qualche resistenza passiva. […]

 

Estratti da Cattivi Pensieri di Paul Valéry, a cura di Felice Ciro Papparo. Adelphi, 2012