Al passaggio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Al passaggio

 

 

Coste di lini
bianchi
contendono
lo sfatto ardore a
Demetra       un po’ di più
       a
       ogni passo
       sprofonda.

Borgo di san Petronio, bologna. 19 agosto 2017
 

( per leggere di più clicca QUI )

 

 

 

 

 

 

Nel vento

 

 

 

Nel vento

 

 

         E
richiama di Te
il cinguettìo dei passeri
a ondate

il profumo che
schiude al
calore       dolce nell’aria
il frutto del fico
promette
nel vento.

villaconvento di Lecce. 7 luglio 2017
 

 

 

 

 

 
larosadimiopadre

Notturna

 

 

 

Notturna

 

 

Dissotterra       notturna
virginale

       una frescura d’acque di
       fossi
       commossa
       di ginocchia.

bologna. 12 – 30 ottobre 2015
 

 

 

 

 

 
larosadimiopadre

La chiara forma

 

 

 

La chiara forma

 

 

La chiara forma
sul
fianco della notte
non finisce di venire a
     svolgere
     il segreto
     di tanto misteriosa fonte di
     gentile tenerezza.

bologna. 15 luglio 2015
 

 

 

 

 

 
larosadimiopadre

Con le dita

 

 

 

      Con le dita

 

 

Con le dita delle mani       ogni seme
a ogni passo —
nell’argilla che separa, dove
l’aria
   la terra
      ha disseccato.

bologna. 14 luglio 2015
 

 

 

 

 

 
larosadimiopadre

Come parlano

 

 

 

Come parlano

A Marcella

 

 

E
come parlano questi occhi
nelle mani
     

      come sgorgano dolori
      in lucentezza
      e
      trasparenti
      di dolcissimo sorriso
      dal cuore preservato
      semplice.

Villaconvento di Lecce. 17 marzo 2015
 

 

 

 

 

 
larosadimiopadre

Duramadre

 

 

 

 

 

DSCF9358
Materia madre. Giardini d’ulivo nel Salento, marzo 2015
( cliccare sull’immagine per ingrandire )

 

 

 

 

Duramadre

 

 

Il tuo letto di vecchia
alla luce della lampada
prima di dormire
     

      tu che parli
      di lei
      che eternamente si distoglie
      da te.

Villaconvento di Lecce. 16 marzo 2015
 

 

 

 

 

 

Dei passaggi di piogge

 

 

 

      Dai passaggi di piogge

 

 

Dai passaggi di piogge
che spaziano la notte

        nel dormiveglia
        il suo tormento
        di bestia
        è un richiamo che
        scivola nella mia stanza.

Villa Convento. 6 marzo 2015
 

 

 

 

 

 
larosadimiopadre

Nelle mani

 

 

 

Nelle mani

A Marcella

 

 

Restiamo ancora con le mani nelle
mani — le tue
che accarezzano le mie
che sorridono
di grazia
dal furore dei tuoi abbandoni.

Fino al ricordo hai cancellato
le parole non dette
hai preservato nel setaccio della mente
solo la parte più bruna di te.

lecce. 4 marzo 2015

 

 

 

 

 

DSCF8317_proc
Nei giardini d’ulivi. Strada di servizio Lecce – Copertino, marzo 2015
( cliccare sull’immagine per ingrandire )
 

 

 

 

 

 

 

Tutta la notte

 

 

 

      Tutta la notte

 

 

Tutta la notte il mare scava tra le alghe oscure vie di canali ; l’orizzonte nel buio si riposa, dimenticato dagli sguardi estivi.

La distesa ritmata del tempo porta il colore di acque di grotte rimaste ad aspettare.

Nessuna urgenza di Vento.

Non si arena dell’onda la risacca, ma sulle dune di alghe salta e sgronda il passo di schiuma forse una Venus noctàmbula, forse una Kore di nascente primavera.

Porto Adriano, San Cataldo di Lecce. 27 febbraio 2015

 

 

 

 

DSCF7916_proc
Risveglio primaverile di Tamerice. Torre dell’Orso, Lecce
Febbraio 2015 ( cliccare sull’immagine per ingrandire )
 

 

 

Concepire

 

 

 

 

 

procweb_DSF4382-1
Allineamenti. Santuario del Sacro Cuore a Bologna, giugno 2014
( cliccare sull’immagine per ingrandire )

 

 

 

 

Concepire

 

 

Radicando nella propria madre

          “bacchi viventi stanno piantati intorno alla solida casa”*

Discendo ridente nei suoi passi, e non ha forma l’inedito dove ogni cosa liberata —Vuole.

*libero adattamento di Senofane fr. 21B 17DK

Bologna. 6 luglio 2014