Nel blu

      Nel blu     Batte il raggio contro il cielo il fuoco il tempo cola via. Borgo di San Petronio, bologna. 9 luglio 2016            

Albeggiare

      Albeggiare     S’intreccia vacillante di nidi ai versi di cicale. Borgo di San Petronio, bologna. 7 luglio 2016            

Sotto un cielo di stormi

      Sotto un cielo di stormi                 Senza suono caducità di vivere       eterna si rinnova e aggiunge un volo e una foglia. Vivaro de’ Pepoli, bologna. 7 luglio 2016            

Òros

      Òros     D’arance e di miele quest’ora        sopra la la zolla che ci addormenta In un letto di pietra. Jerusalem Bononiensis. 26 giugno 2016            

In — canto

      In — canto     Per quali nominare di chiarità in — canta l’aria      e      si fa eterno. Jerusalem Bononiensis. 26 giugno 2016            

Ave

      Ave     Sigillo di questa lingua un alitare angelico ricorre dai venti e sulle acque. Jerusalem Bononiensis. 26 giugno 2016          

Alate

      Alate   Orlate d’oro, a tratti pare che il sangue traspaia quasi        spumeggiando nell’inclinarsi          nel raggio          al tramonto. bologna. 25 giugno 2016            

Dello spazio

      Dello spazio Dis — tare del cielo fatto più prossimo nelle grida di rondoni fra le correnti. bologna. 25 giugno 2016     De l’espace ~ Le cri des martinets dans les courants nous rapproche d’être – du ciel ~ Traduzione dall’italiano di Philippe Aigrain @balaitous ATELIER DE BRICOLAGE LITTÉRAIRE            

Dalle rose

      Dalle rose Dalle rose polveroso vespero a battito d’ali,            e        gridano i rondoni nel        tramonto        che muore. bologna. 23 giugno 2016            

Essere

      Essere        e — sere del silenzio l’attesa nel cielo bologna. 22 giugno 2016            

Viene

      Viene     Dissigillata vastità del cielo immensa in quella del platano dischiusa. bologna. 15 giugno 2016            

Fuori

      Fuori                immensamente al desiderio alla sua eco. bologna. 15 giugno 2016            

L’uscita

      L’uscita     Nella notte, dopo aver lambito un fiume per i suoi greti, dal mio destino ho raggiunto a piedi l’uscita. bologna. 13 giugno 2016   Dans la nuit, après avoir parcouru les gravières du fleuve, j’ai rallié à pied l’issue de mon destin Traduzione dall’italiano di Philippe Aigrain @balaitous           Il … Continue reading

Un brano d’acque

      Un brano d’acque     a Pierre Soupir Dischiusa i — magine vede la fine intrasparenza dei mondi         apparire         qui. bologna. 12 giugno 2016            

Dai battiti

      Dai battiti     Quale sfogliare di derive dai battiti di bronzi nella mente del cielo bologna. 13 giugno 2016