Ottobre

      Ottobre   per Pierre Soupir I merli nella sera       cantano il primo freddo l’inedito le viole che bagnano le ombre       passo a passo, fra i muri di città. bologna. 22 ottobre 2015            

Il raggio

      Il raggio passato il raggio           l’inquietudine           luminosa da tutti i tempi richiama la trasparenza sulla soglia … e nuovamente le cose nel loro esatto colore. bologna. 3 ottobre 2015            

Questo arco di cielo

      Questo arco di cielo Che cosa passa di qua nell’oceano del tempo       per quale rotta migra la trasparenza notturna della quercia, del cipresso più fondo d’ombra, dello squarcio lunare nella distanza prossima da questo arco di cielo. Jerusalem Bononiensis. 26 settembre 2015            

Un velabro di rose

         Un velabro di rose Alla sera, incontro al freddo turchino        accende                un velabro una durata di rose. bologna. 28 settembre 2015            

Contro-corrente

         Contro-corrente Contro-corrente in seno al cielo conduce                    come di petalo in                  petalo                  un dispiegare lento   Da quale luogo? questa vena del giorno       fino agli estuari del cuore, … Continue reading

Mattino

         Mattino Mattino       di silenzi vegetali di battito d’ali senza canto. bologna. 25 settembre 2015            

Una minuta allegria

         Una minuta allegria Schiudono i trilli il vento fra le piogge, nei primi nidi d’autunno.                Ali screziate di cielo una minuta allegria. Vicolo Bolognetti. 24 settembre 2015            

Una benedizione

         Una benedizione Una benedizione di acque rintocca sulla soglia il coro delle piogge discioglie fiato di zolla, mentre il sogno del fiume per il limo di greti  scintilla. bologna. 24 settembre 2015            

Un’acqua di secoli

      Un’acqua di secoli Un’acqua di secoli stormisce nella pietra Confusa agli stracci Gli strumenti di tormento Stanno gettati sulle braccia della croce Come decori L’azzurro fatuo prende un’aria ancestrale Di piogge Di Vento Di arcano in questa sera Nel levare di luna. bologna. 5 – 6 settembre 2014            

Verso dove

         Verso dove Sono uscita sotto un cielo di cenere E le teorie di ombre nascenti Sotto gli archi di secoli       dimenticando Verso dove Si fondono arborei campanili Alle mie spalle, membrature Del buio Nel sogno odoroso Di erba regia Non rispecchiano più Dentro fiumi di sangue Quante stelle. bologna. 27 agosto 2014     … Continue reading