Passato

 

 

 

Passato

 

 

Fragili
suoli di
correnti
edificati di rovine
nostalgiche
rovine di un passato
in — fermo        dis
abitato e
solo
nella luce fissa del sogno.

borgo di San Petronio, bologna. Dicembre 2016
 

 

 

 

 

 
IMG-20160418-08456

Levarsi

 

 

 

Levarsi

 

 

           E
non avere via        avanti
a

a — girare
passo a
passo
tastando queste mura
fino a
levarsi di
spavento
da
qui.

borgo di San Petronio, bologna. Dicembre 2016
 

 

 

 

 

 
IMG-20160418-08456

Come l’onda

 

 

 

Come l’onda

 

          Come le fredde sere di questi giorni di primavera

come l’onda
che si ritira al
mare      io
raccolgo a caso
i miei passi
e
la vertigine.

bologna. 26 – 28 aprile 2016
 

 

 

DSCF0017
Il velo delle sere sui marmi di San Petronio. bologna, aprile 2016
( cliccare sull’immagine per ingrandire )

 

 

 

 

 

 

Dissigillare

 

 

 

Dissigillare

Dis — sigillare
il fuoco e
il ferro
dov’era il solco
del cuore
impresso a vivo
nella pelle nuda       tra-durre umide
         zolle
         sul calcinato
         di croste.

bologna. 22 aprile 2016

 

 

Désceller

Dé-sceller
le feu et
le fer
au sillon
du coœur
imprimé à vif
dans la peau nue        trans-poser
des mottes de terre humides
sur les croûtes
calcinées

Traduzione dall’italiano di Philippe Aigrain @balaitous
 

              Cliccare QUI per la pagina dedicata sul sito di Philippe Aigrain

 

ATELIER DE
BRICOLAGE
LITTÉRAIRE

 

 

 

 

 

 

Vita mia

 

 

 

Vita mia

 

Degli uccelli dell’aria il richiamo dei canti, dalla finestra aperta nel silenzio della stanza nel giorno alto nel cielo sul cortile

e batti-cuore
in gola

e mi ricordo,
e sotto-pelle
a pietrisco ferita       contro-natura
breccia
all’assedio del cuore.

bologna. 21 aprile 2016
 

 

 

 

 

 

Di fremiti

 

 

 

Di fremiti

Di fremiti
la carne, parla per sé
………
       questa pelle      parola
       da vivere

San Michele in Bosco. 18 aprile 2016
 

 

 

IMG-20160418-08456
Angelo segna-vento sulla loggia dell’ingresso monumentale dell’Istituto Ortopedico Rizzoli
bologna, San Michele in Bosco. Aprile 2016
( cliccare sull’immagine per ingrandire )
 

 

 

 

 

 

Al cuore

 

 

 

Al cuore

Tumefatta la polpa
nel solco
che scava, al centro del petto
alla vista del cuore.

E tutto intorno alla ferita
si brecciano
pietre
s’incrostano alla pelle
— estinto il sangue
cauterizzate le vene
alla radice.

( in sogno ) 17 aprile 2016
 

 

 

 

 

 

Stasera

 

 

 

Stasera

Il segno a croce nei venti del cielo
ri-vela il punto esatto di luna.

Santo Stefano
bologna. 17 aprile 2016
 

 

 

 

 

 

Antichi borghi

 

 

 

Antichi borghi

Sparuti
agli Appennini sopra il livello del mare
dove
il silenzio di pietra
degli abbandoni
è abitato dei raggi di sole
e di rondini a primavera
            i morti nella casa,
            stanno impiccati
            come nell’isba la poetessa *
— desolato
lo stesso lago del cuore.

* Marina Ivanovna Cvetaeva

Grazie a Lisa. 15 aprile 2016
 

 

 

 

 

 

Piazza Santo Stefano

 

 

 

 

DSCF9579
Il mercatino dell’antiquariato, ogni seconda domenica del mese.
bologna, piazza Santo Stefano. Aprile 2016
( cliccare sull’immagine per ingrandire )
 

 

 

Piazza Santo Stefano

Nel deserto del tempo
sereno
appena un giorno di sole…

            d’improvviso la pietra
            al
            grido       scoppiato
            di un bambino

 

bologna. 10 aprile 2016
 

 

 

 

 

 

Il raggio

 

 

 

Il raggio

Stiletta l’uccello
il deserto del giorno di luce
con il raggio del canto.

a Francis Royo, poeta
1.11.1947 – 14.3.2016

 

 

cliccare QUI per un’eco dei versi su :
 

MOTS LIÉS

Slow Reading—Parcours de lectures

stiletta-l-uccello-il-deserto-letcr1-exp4

 

 

 

 

 

 

Fiabesco

 

 

 

Fiabesco

Fiabesco di luna
l’arpione all’infinità
         di
         essere
         stella.

bologna. 9 aprile 2016
 

 

 

 

 

 

Nell’umus

 

 

 

Nell’umus

E la trama
     a ruote
nell’
umus del cielo
stellato.

villaconvento di Lecce. Marzo 2016
 

 

 

DSCF8717
Fioriscono asfodeli nelle piane di Ade come nei giardini d’ulivo abbandonati.
montevergine di Arnesano (Lecce). Marzo 2016
( cliccare sull’immagine per ingrandire )
 

 

Cliccare QUI per l’articolo completo

 

 

 

 

 

 

Concerto di Pasqua

 

 

 

DSCF9464
Basilica di Sant’Antonio da Padova. bologna, aprile 2016
( cliccare sull’immagine per ingrandire )
 

 

 

Concerto di Pasqua

E
di ali un fremere
tutto
alla base del cuore
a-vicendarsi
di
stormi in volo       d’angeli
un tuffo al soffio inter —
rotto, palpitando
       e nella volta della notte
       misteriosa
       levatura in sogno
       di nembi che
       rischiarano
       fino ad estinguersi
       nel
       blu.

Bologna. 2 aprile 2016
 

 

 

 

 

 

Barbarico

 

 

Se la lingua nasce complessa già
e misteriosa
………….

 

 

 

DSCF8740
Dissodati
montevergine di Arnesano ( LE ). Marzo 2016
( cliccare sull’immagine per ingrandire )

 
cliccare QUI per leggere di più
 

……. in lavorazione ……

 

 

 

 

 

 

Senza-vento

 

 

 

Senza-vento

 

In morte del poeta Francis Royo

 

Farsi stipite        al passaggio
del Senza-vento

bologna. 29 marzo 2016
 

 

Se faire chambranle
au passage
du Sans-Vent

Traduzione dall’italiano di Philippe Aigrain
 

cliccare QUI per leggere di più

 

 

 

 

 

 

” Passare oltre … “

 

 

 

Ce n’es pas un esprit qui a fait les choses,

Antonin Artaud Artaud le Mômo

 

 

 

 

DSCF9352
La via stretta della passione
lecce, basilica di Santa Croce. Marzo 2016
( cliccare sull’immagine per ingrandire )

 

Cliccare QUI per l’articolo completo

 

 

 

 

 

 

La saldatura

 

 

 

La saldatura

Disertata —
      per quanto tempo, questa saldatura
      di crinali
      con la tavola d’ossa
      …….

Bologna. 25 marzo 2016
 

 

 

 

 

 

Disanima

 

 

 

Disanima

Uno spazzato vuoto
di vento
al cuore di
      niente-da-vedere
disanima
spettro di materia
in superficie
il risvolto alienato
da profondità
      — per il di-serto di tensione eretta
      nel desolato
      si evapora.

Lecce. 22 marzo 2016
 

 

 

 

 

 

Metamorfosi

 

 

 

Metamorfosi

Corpo di marosi
metamorfosa
il nome di maree
fumigando nel-mezzo-verticale
alle urgenze del vento

       batte-ndo
       la nera sempiterna
       baluardo di correnti.

Porto Badisco, in Terra d’Otranto. 21 marzo 2016
 

 

 

 

 

 

Di correnti

 

 

 

Di correnti

Imbiondisce la via
piumata
di sotto al livido        scosso di correnti

il mare nero

San Cataldo di Lecce. 21 marzo 2016
 

 

 

 

 

 

Un resto di gioia

 

 

 

Un resto di gioia

Resta di che sperare       ancora
sulle palmette nell’oro
alle cime dei fichi
      — un
      resto di gioia
      feconda.

Strada provinciale Lecce – San Pietro. 19 marzo 2016
 

 

 

 

 

 

Nella luce di piogge

 

 

 

Nella luce di piogge

Fra due clausure
di pietre
di
dolore
eucalipti sconfinano
( con le mezzelune
laminando in luce di
piogge
di vento )

                nell’in-cavo
                rimosso
                di terra sognante
                palude-scritta
                piumata
                di correnti.

Strada provinciale Lecce – San Cataldo. 16 marzo 2016
 

 

 

 

 

 

Fosforico

 

 

 

Fosforico

Di schianto
fosforico
sopra gli ulivi l’oscurità
imperversa
contro-corrente
impercettibili clamori
in lingua di foglia.

Salento 12 – 15 marzo 2016
 

 

 

 

 

 

Catarsi

 

 

 

Catarsi

Che mi avrebbero saldato il cammino a questo nido di Legioni celesti, per il tramite del danno irreparabile alla nascita nel sale e nella polpa . . .

bologna. 5 marzo 2016
 

 

 

 

 

 

E le parole

 

 

 

E le parole

Spiaggiate
           derive
di
maree

all      asciutto
luminoso dei giorni.       Tempo

     ( e le parole nel volume s’immergono
       rifratte
       da costanti di correnti )

bologna. 3 – 4 marzo 2016