Una più misteriosa lingua

DSCF5714

      Una più misteriosa lingua       ( cliccare sull’immagine per ingrandire )       Asciugata dal vento non ha più odore la vigna delle sere. Nell’aria la vena di un selvatico marino e le foglie dei tigli di colpo ingiallite si staccano dai rami, e più lontane da sé vanno a riempire la breve oscurità. … Continue reading

Nelle sere

      Nelle sere E nel buio delle sere l’umido candore che profuma dei passaggi di quello che verrà. bologna. 20 ottobre 2015            

L’aperto di piogge

      L’aperto di piogge Nell’aperto di piogge       tempo                      non è più. Piovane inerzie dai colmi del cielo s’abbuiano riserve per le stagioni di magra di sonni. bologna. 13 – 31 ottobre 2015            

Mediterranea

      Mediterranea Gli scolti del mare alla costa di pietra       di freddo profumano di origani e salmastro che germina alle vene del vento, nell’anfratto. bologna. 20 ottobre 2015            

Un silenzio di cardo

      Un silenzio di cardo E un mareggiare sonoro          inesauribile          tetro… E uno schiumare di bava e quest’aggiunta di sonno che fila sottile un silenzio di cardi. bologna. 20 ottobre 2015            

E stiamo al mondo

      E stiamo al mondo Come le perle alla conchiglia, come l’antro nella roccia nella mobile profondità del mare            E stiamo al mondo come nel plumbeo il lume si traduce alla ferita. bologna. 30 ottobre 2015