T. Tranströmer ( nota sulle immagini )

            T. Tranströmer ( nota sulle immagini ) Possiamo fare esperienze di bellezza. Quando succede non si sa mai, prima. Soltanto dopo, più tardi se qualcosa è accaduto si vede. I racconti di ricordi di Tomas Tranströmer nella traduzione italiana, trascorrono con una voce che rischiara appena la memoria d’immagini che avvengono sotto i nostri … Continue reading

T. Tranströmer – Ricordi #3

DSCF8551

            RICORDI* Dopo il divorzio, la mamma e io ci trasferimmo in Folkungagatan 57, un’abitazione di classe medio bassa … I ricordi di quella casa si congegnano più o meno come in un film degli ani Trenta o Quaranta, con adeguata galleria di personaggi … C’era uno sporadico andirivieni di estranei. Qualche ubriaco cercava di … Continue reading

T. Tranströmer – Ricordi #2

DSCF8448

      I.             RICORDI * Le prime esperienze restano per la maggior parte irraggiungibili. Racconti ripetuti, ricordi di ricordi, ricostruzioni in funzione di stati d’animo che improvvisamente si riaccendono. Il mio primo ricordo databile è una sensazione. Una sensazione di fierezza. Ho appena compiuto tre anni e mi hanno detto che è qualcosa … Continue reading

Tomas Tranströmer

Tomas-Transtromer-2011-233x300

        Stoccolma 15 aprile 1931 – 26 marzo 2015     Uccelli Mattutini  […] Non ci sono qui spazi vuoti Stupendo sentire come la mia poesia cresce mentre io mi ritiro. Cresce, prende il mio posto. Si fa largo a spinte. Mi toglie di mezzo. La poesia è pronta.   Tomas Tranströmer Traduzione Maria Cristina Lombardi, Crocetti … Continue reading